Con tutto il rispetto per Edmond Rostand e per il suo meraviglioso personaggio

sento molto "mia" la frase che a quasi conclusione dell' opera racchiude

in sole poche righe l'essenza della vita umana

non solo di Cyrano

ma anche

di ognuno di noi. 

" Astronomo, filosofo eccellente.

Musico, spadaccino, rimatore, del ciel viaggiatore, gran mastro di tic-tac,

amante , non per se , molto eloquente.

 

Qui riposa Cirano Ercole Saviniano Signor di Bergerac,

 

Che in vita sua fu tutto

       e non fu niente ! ”

 

  Cyrano de Bergerac


Fin da quando nasciamo siamo fasciati, vestiti e investiti da appellativi, aggettivi, nomi, cognomi, ruoli e altro ancora fino al punto di venirne, a volte, soffocati.

Cyrano è un burbero ma delicato soldato che combatte in primo luogo le sue di ingiustizie :

un naso troppo lungo, un amore non ricambiato, una vita all' ombra della poesia.

In un mondo in cui la mediocrità, non soltanto per le gravose sociali e materiali condizioni

tende a schiacciare anche il più flebile armonioso anelito alla bellezza e alla vita,

la poesia, come nel caso di Cyrano, può fare da ponte tra carne e spirito,

tra miserie e nobiltà, tra gioia e dolore ...

svelando bellezza

in ogni orecchio che la ode,

in ogni bocca che la pronuncia,

in ogni occhio innocentte e innamorato,

in ogni gesto nato per necessaria manifestazione.

 " è solamente il tuo nome ad essermi ostile:

tu saresti sempre lo stesso anche se non fossi un Montecchi. Che cosa vuol dire la parola Montecchi?

Non è una mano, o un braccio o un viso, ne un'altra parte che appartiene ad un essere umano.

Oh, sii qualche altro nome!

 

 Quello che noi chiamiamo col nome di rosa, anche chiamato con un nome diverso,

conserverebbe ugualmente il suo dolce profumo.

 

Allo stesso modo Romeo, se portasse un' altro nome ,

avrebbe sempre quella rara perfezione che possiede anche senza quel nome.

 

Rinuncia quindi al tuo nome, Romeo, ed in cambio di quello ,

che tuttavia non è una parte di te, accogli tutta me stessa..”

      

Giulietta e Romeo - William Shakespeare

 

Siamo forse figli ? Padri ? Madri ? Fratelli, sorelle, zii, nonni, nipoti ?

Siamo forse operai, impiegati attori, cantanti,  muratori, pittori, parrucchieri ?

Siamo forse i vestiti che portiamo ?

Siamo forse i nomi che portiamo ?

...

Certo perché no ? !

Siamo questo . . .

ma

siamo anche molto altro di più !

 

Confondere il cappello con chi lo indossa è un errore assai comune

ma come

Cyrano e Giulietta

continuamente ci  ricordano

amore, mai stanco,

esprimendosi in poesia sempre ci indica e mostra

la bellezza che noi stessi siamo .

 


 

 

 

 

 

    ...  di me ?

Anche se dopo seguiranno alcune righe che potranno definire la mia persona

e i panni che a volte provo umilmente ad indossare 

trovo comunque "stretta" ogni "classificazione" 

a parte quella di Essere Umano.

 

Figlio ? Amico ? Amante, chimico, danzatore, curioso, capriccioso ?

Attore ? Clown, creativo, vegetariano, artista, tecnico, conduttore ?

Disegnatore, animatore, cuoco, operaio, falegname ?

Studente, tarologo, formatore ?

Regista, scenografo ?

Operatore socio-culturale, regista, consulente ?

Educatore, facilitatore, consulente per i Fiori di Bach ?

Operatore Olistico di psicomotricità e per la Danza Terapia Artistica Metodo Maria Fux ?

Grafico, film-maker, giardiniere ?

 

Queste e altre casacche potrò vestire

ma al loro interno sempre altro potrò scoprire di me ...

 di volta in volta,

attimo per attimo, continuando a fare esperienza di e con me stesso,

continuando a vivere in questo difficile ma meraviglioso luogo.

 

" Lavorare senza curarsi di gloria o fortuna,

al tale viaggio, al quale si pensa, sulla luna !

Non scrivere mai nulla che non nasca da sé . "

 

Cyrano de Bergerac

    Amo poter agire, pensare, sentire, vivere e creare in una forma artistica e olistica

piuttosto che autistica e opportunistica

cercando di integrare vita, studio e lavoro.

 

Ho svolto vari tipi di mestieri e lavori, talvolta variando ruolo al loro interno,

nei settori industria, spettacolo, educazione, formazione, ristorazione, socializzazione, manutenzione ... ecc

  Da anni

per la sensibilizzazione e lo sviluppo

della coscienza e del benessere psicofisico ( personale e sociale )

unendo

 Teatro, Danza, Yoga, Arte, Tarocchi

e altro ancora

realizzo, propongo e svolgo  “percorsi”  ludico/creativi

per adulti, adolescenti e bambini.

 

 

 

FORM' AZIONE ufficiale :

    Continuando a studiare l'essere umano e la sua espressione

mi sono diplomato in Chimica e ho frequentato scuole, corsi, workshop, seminari di :

  

Danza ( Moderna e Contact ) , Teatro-Danza, Movimento Creativo, Danza Terapia Artistica Metodo Maria Fux,

 

Teatro ( Stanislavskij, Coreografico, Oppresso, Living , Clown, Giulleria, Commedia dell’Arte), Narrazione ,

 

 Tarocchi,  Psico Bio Genealogia,

 

Fiori di Bach … ecc

 

 

 

Segnalati per discipline gli insegnanti che più mi hanno aperto a nuovi orizzonti. :

 

Tarocchi e Psico-Bio-Genealogia :

  Antonio Bertoli

 

Teatro

Gary Brackett ( Living Theatre Europa ), Paolo Senior ( TdO - Teatro dell' Oppresso ), Enrique Pardo ( Pantheatre / Teatro Coreografico )

 

 Teatro-Danza, Danza e Contact :

Cristina Luschi (Compagnia Deva), Cristina Rizzo (Compagnia Kinkaleri ), Javier Cura,

Pippo del Bono,  Monica Francia, Barbara Turchi, Maria Josè Vexenat, Adam Benjamin 

 

Movimento Creativo :

Madeleine Braun, Gabriella Baldassini

 

Teatro Fisico, Commedia dell’Arte e Giulleria :

Philip Radice (ex docente all'Ecole Internationale de Mime Marceau), Bepi Monai ( Etienne Decroux )

 

Mimo e Clown :

Alessio Targioni ( Jaques Lecoq ), Vladimir Olshansky  (Cirque du Soleil), Emanuel Gallot La Vallée ( Jaques Lecoq ),

Jean Meningue ( Etienne Decroux )

 

 

Fiori di Bach  :

Tamara Macelloni

 

" Con modestia, dirsi: ragazzo mio,

sii pago dei fiori, dei frutti, finanche delle foglie,

se è nel tuo giardino, in te, che li cogli ! "

                                   

  Cyrano de Bergerac