benvenuti nel sito di

   Saverio Bigagli

Se è vero che la vita di ogni essere vivente passa attraverso l' esperienza

e che tramite lei acquisiamo conoscenza, consapevolezza e coscienza

è altrettanto vero che

 l'esperienza non può essere fatta

se non

  " mettendosi in gioco " .

 

 

Tra

fiducia

stupore

e

gioia

sin da piccoli

il gioco

ci accompagna

alla scoperta del mondo

e di noi stessi

 

ricordandoci

sempre

 

che . . .

 

 

 

siamo

 gli ARTISTI della propria VITA

 


   " Respiro "

Sistema Integrato tra

 

GIOCO 

 

      ed elementi di ...

 

Racconto 

Narrazione 

 

Disegno

Pittura 

 

Teatro

Clown

Danza 

 

Psico Bio Genealogia

 

Arte

Musica

 

Chimica 

Fisica

 

Fiori di Bach 

 

Tarocchi 

 

ed

                  altro ancora ...

            Workshop ,

                  Corsi  ,

                      Laboratori ,
                 Incontri Individuali

                           e di Gruppo  



sistema integrato

" Respiro "

   

Tarocchi

Teatro

Danza

Psico Bio Genealogia

Fiori di Bach

Espressione Artistica

per

rispecchiarsi

collocarsi e reinventarsi

centrarsi e direzionarsi

riscoprirsi e valorizzarsi

armonizzarsi

condividere


Il sistema integrato

è un gioco tra più parti ( metodologie, tecniche e strumenti )

che gioiosamente cooperano e si alternano nel diventare, di volta in volta, 

la scusa stessa 

per giocare.

Un gioco fresco, vivo, mai fine a se stesso dove al centro c'è soltanto l'essere umano,

e la propria esperienza.

 

Un gioco dove mente, corpo, emozioni e azione sono tutte "messe in gioco"

in completa armonia.

 

Un gioco da vivere, rigenerare e condividere.


" la vita inizia 

    dove finisce la paura "

                                     Osho                 

 


 

Ogni storia non è un solo racconto ma dieci, cento, mille quante sono le orecchie che lo odono.

 

Come i personaggi delle storie che amiamo

 

anche noi

percorriamo luoghi sconosciuti e pericolosi,

 

anche noi 

siamo in costante ricerca di un tesoro,

 

anche noi 

mutiamo

assieme alla mappa che ci guida.

 

 

Ognuno di noi è un racconto,

 una storia in mezzo a tante storie

 e  

al tempo stesso

 la 

storia stessa.

"La via si percorre passo dopo passo.

Se un passo è intenso e perfetto,

lo sarà anche quello successivo.

Pensiamo a fare ogni passo in maniera perfetta,

non alla via.

Non chiediamo altro 

che il nostro pane quotidiano .

          E cioè: qui e ora, 

                                                               il nostro presente.”                                                       

  

Alejandro Jodorowsky

 Semplici e meravigliosi cuori che tra cielo e terra respirano assieme all' universo.

 

“Solo allora saprai che qualsiasi strada

 è solo una strada e che non c'è nessun affronto,

a se stessi o agli altri, nel lasciarla andare 

se questo è ciò che il tuo cuore ti dice di fare.

Ma il tuo desiderio di insistere sulla strada 

o di abbandonarla 

deve essere libero dalla paura o dall'ambizione.”

    

Don Jan / Carlos Castaneda

Ma ... in un viaggio lungo una vita ... a volte ... l’oggettivo e il soggettivo,

la realtà e le verità, la consapevolezza e le illusioni

inevitabilmente si amalgamano in un tutto che può essere un niente.

 

Una sensazione può essere una incomprensione,

una chiara credenza un nebuloso pretesto,

  una visione un miraggio.

  Per fortuna anche nella più fitta e cupa foresta

appare sempre un orizzonte amico ...

un terreno oggettivo e al tempo stesso soggettivo,

un terreno dove le dure verità si dissolvono nella dolce realtà,

dove il conosciuto si dissolve e rimanifesta nei colori, suoni e movimenti di un’espressione artistica.

 

 " E quindi uscimmo a riveder le stelle. "

 

    Dante - Inferno XXXIV, 139


Oggi giorno c'è un gran parlare 

dell' Arte Terapia 

sottraendo importanza alle più piccole azioni quotidiane

che "terapeuticamente" ognuno di noi, più o meno coscientemente compie,

e

come se  l’ essere umano da millenni non avesse, in varie forme e modalità,

già espresso in maniera liberatoria e artistica

il rapporto con se stesso e il mondo che lo circondava

manifestandolo, riscoprendolo e reinventandolo

attraverso

un semplice, pulsante, libero e creativo

cuore.

 

 Anche C. G. Jung, nella parte finale della sua vita,

 

 pur rivestendo una prestigiosa e ”pressante” carica sociale,

 

 si è  “abbandonato”  fiduciosamente alla naturalezza della sua nuda essenza

 

e

grazie all’espressione artistica,

 

percorrendo una nuova strada,

 

per lui con il cuore,

 

 si è felicemente dissolto

in quello che lui chiamava  “ Inconscio Collettivo ”.

 

 

Buon viaggio  . .

 “ Il più grande dono è il dono dell'invisibile.

Dissolversi significa consegnare al mondo ciò che gli appartiene. "

 

Alejandro Jodorowsky